Alla luce della situazione attuale di emergenza, la Romagna Visit Card ha deciso a malincuore di prendersi una pausa in questo 2020.

L’intero sistema turistico, non solo quello del nostro territorio, sta vivendo un momento molto difficile; per questo, siamo già al lavoro per rendere la Card uno strumento ancora più evoluto ed integrato, che possa contribuire a una maggiore attrattività del territorio e al rilancio del settore, una volta superata l’emergenza.
Per tutti gli aggiornamenti continuate a seguirci sulla pagina Facebook, che rimane sempre attiva come canale informativo e punto di contatto con gli utenti.
A presto!

Galleria d'arte contemporanea "Vero Stoppioni"

sconto del 50% sul biglietto d'ingresso

La Galleria d’arte di Santa Sofia, intitolata a Vero Stoppioni, è stata inaugurata nel 1990 per ospitare le opere raccolte durante varie edizioni del Premio Campigna. Ha sede in un edificio del primo Novecento e possiede uno spazio espositivo in cui le opere contemporanee riescono a dialogare in maniera efficace ed armonica con l’architettura e le linee degli spazi interni, facendo cogliere al visitatore un’aurea di modernità.

All’interno dell’istituzione museale sono rappresentate le più interessanti tendenze artistiche italiane dagli anni ‘50 ad oggi: il neorealismo, l’informale, la pop art, l’astrattismo, la nuova figurazione, fino alle più recenti tendenze.

La collezione vanta dipinti e sculture di artisti di chiara fama, come Mattia Moreni, Piero Ruggeri, Francesco Somaini, Pompilio Mandelli, Fabrizio Plessi, Giannetto Fieschi, Sergio Vacchi, Alberto Sughi, Eugène Berman, Giovanni Korompay, solo per fare qualche nome, assieme ad opere di pittori di ambito romagnolo (Bellini, Casadei, Crispini, Greggi). Un posto privilegiato all’interno della Galleria è dedicato a Mattia Moreni; in una sezione, infatti, sono esposte le opere realizzate dall’Artista, che partecipò a varie edizioni del Premio Campigna e istituì un rapporto privilegiato con Santa Sofia soggiornandovi per lunghi periodi. Nella Stoppioni vi sono opere che fanno parte in prevalenza del ciclo Regressione della Specie e “Belle Arti”, fra cui cinque autoritratti di grandi dimensioni.

Domina lo spazio espositivo la grande Mistura (1976-1984), costituita da una parte convessa con materiali incollati e deformati attraverso l’utilizzo di una colla usata per i caccia mirage, l’araldite, ed una parte concava in cui è si erge maestoso e severo “Il Narciso” o “Mister Chimica”, un calco a mezzo busto dell’artista stesso.

Altre offerte:
Riduzione di 2 Euro sull’acquisto del catalogo “Moreni & Co” (Milano, Electa, 1990), ai possessori della Romagna Visit Card.

Indirizzo

  • Indirizzo: Viale Roma, 5 a
  • Città: Santa Sofia (FC)

Contatti